Home / Giardino / I lombrichi gli amici nascosti del giardino

I lombrichi gli amici nascosti del giardino

Con l’arrivo della primavera anche gli ospiti nascosti del nostro giardino si risvegliano ed iniziano il loro lavorio nel terreno.

Si tratta dei lombrichi che, dopo aver svernato negli strati più profondi del terreno per proteggersi dai rigori dell’inverno, risalgono verso la superficie.

 

Dopo due settimane di bel tempo e di clima abbastanza mite, alla fine dell’inverno, questi simpatici invertebrati si risvegliano e nei prati compaiono i caratteristici ricci di terra.

Questi piccoli cumuli altro non sono che il terreno che i lombrichi hanno scavato e digerito.

 

Gli appassionati di giardinaggio sanno bene che la presenza dei lombrichi nel terreno non solo non costituisce un ostacolo alla crescita dell’erba e delle altre piante ma, al contrario, contribuisce a migliorare le caratteristiche fisiche e chimiche del terreno.

Lombrichi

I lombrichi gli amici nascosti del giardino

I lombrichi, infatti, sono dei fertilizzatori viventi e più sono numerosi e più il terreno ne trae giovamento.

Le minuscole montagnole create dai lombrichi, quindi, non devono essere viste con dispiacere ma con gratitudine.

Questi piccoli residui possono essere distribuiti sul terreno con una scopa, ma anche un semplice acquazzone è sufficiente per degradarli e distribuire questo materiale organico sulla superficie, fertilizzandola.

La presenza di lombrichi in un terreno può aumentare del cinquanta per cento il contenuto in sostanza organica e calcio, raddoppiare il magnesio, quintuplicare l’azoto e ancora di più per fosforo e potassio.

Si tratta di elementi indispensabili per la crescita rigogliosa di qualsiasi pianta.

Se questi sono i vantaggi apportati dai lombrichi dal punto di vista chimico, non meno importante è il loro contributo al terreno dal punto di vista fisico.

Il lombrico scava delle lunghe gallerie e, come detto, digerisce il terreno rendendolo più friabile.
Queste gallerie sono una autentica benedizione perché aiutano ad aumentare l’ossigenazione dei terreni pesanti e, di conseguenza, contribuisce allo sviluppo radicale delle piante del nostro giardino.

Alcune persone non amano la vista dei lombrichi e, ancor meno, amano toccarli.

Si può comprendere che l’aspetto di questi esseri striscianti e dal colore rosa non sia attrattivo come quello di un animale da compagnia, ma se solo si conoscesse meglio l’importantissimo ruolo che svolgono nel giardino, certamente vedremmo la loro presenza con molta più indulgenza.

 

Composta di vermi

Dall’altro lato vi sono degli autentici amanti di questi piccoli animali tanto da “allevarli” allo scopo di ottenere la composta di vermi.

La composta di vermi differisce dal tradizionale compost ottenuto da materiale organico. La composta di vermi è molto più ricca di sostanze nutritive ed è quindi un fertilizzante naturale di grande valore.

I lombrichi possono essere allevati in apposite cassette nutrendoli con materiale organico come gli avanzi vegetali della cucina.

Pur essendo molto simili ai lombrichi che vivono naturalmente nel terreno, i lombrichi “da composta” hanno un aspetto più scuro ed hanno una caratteristica striscia gialla.

Insomma, i lombrichi sono un autentico portento della natura e quello che ogni appassionato dovrebbe fare è quello di accettarne la presenza e, anzi, agevolarne in ogni modo la riproduzione per il benessere del terreno e delle nostre piante.